username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Emilia Filocamo

in archivio dal 18 feb 2011

13 febbraio 1977, Pompei

segni particolari:
Ars longa, vita brevis.

mi descrivo così:
Scrivere è tutta la mia vita. Wolfskin, in uscita nel 2014, è il film tratto dalla mia fantasy novel. Diretto da un giovane regista americano di horror e thriller, è ambientato fra l'Abruzzo e Spoleto ed è il  primo capitolo di una saga di streghe e licantropi. 

30 aprile 2012 alle ore 15:43

Due Cento tredici

Avrei voluto un gomitolo tessuto ai ventricoli e agli atri comead
un fuso, magari una matassa, venuta in una sera di lana piena,
di afa, di maniche corte e cocomeri spurgati dalla lama della nera,
ossuta vitiligine. Avrei voluto essere nata quando il cielo è un monumento
alle stelle cadute e tante piccole croci scivolano giù senza impalare
la terra, una processione di lapidi lucenti su cui pregare i desideri.
Invece sono stata piantata con chicchi di gelo, pensata nei giorni più
brevi, servita con uno sparuto contorno di luce forestiera dopo il tiepido
galeone del mezzodi.  Mi hanno cucita senza fretta, come non vi fosse
bisogno della mia carne entro una certa ora e potessi essere chiamata
in scena solo in caso di gravi guasti del protagonista. Ho la vita sospetta
di una nota a margine, sono una lente per stanare il neo dal rigo, se la
parola soffre, intervengo, ma non ho bende nè musica 
se l'esecuzione è in salute.

Commenti
  • Jason Ray Forbus La perfezione dell'imperfezione è un privilegio; forse il monumento è proprio nella matassa, multiforme e indefinito - essere figlia comunque.

    02 maggio 2012 alle ore 12:31


  • Emilia Filocamo Grazie Jason! Un caro saluto!

    03 maggio 2012 alle ore 15:18


  • Emilia Filocamo Grazie Jason! Un caro saluto!

    03 maggio 2012 alle ore 15:18


Accedi o registrati per lasciare un commento