username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Katia Guido

in archivio dal 30 nov 2005

Bressanone - Italia

segni particolari:
Redattrice di Aphorism dal 2005. In tanti, troppi, mi dicono che sono come "Amélie"

mi descrivo così:
Una gipsy bohemien pantofolaia. Aspirante scrittrice, sognatrice a tempo pieno, lettrice irrequieta. Vorrebbe essere Belle (non per la Bestia ma per la biblioteca).

04 aprile alle ore 20:49

Devi essere forte

“Devi essere forte”

E allora piango quando nessuno mi vede.

Piango in auto mentre ascolto la musica 
dalle casse rotte e stridenti,
come tutto il resto in questi giorni.
Piove di più. Ovunque.

Piango all’ospedale
quando mamma non è con me.
Ti accarezzo il viso anche per ore.
Ti bacio il naso come facevi tu.
Cade una lacrima sul tuo braccio e scivola sul tubo a mescolarsi con la morfina.

“Devi essere forte”

Piango nei sogni.
Quando mi sveglio sul cuscino bagnato. 
Il letto vuoto come il cuore.
Chiudo gli occhi.

Piango fiumi, 
che diventano laghi e poi mari.
Ti piaceva nuotare al mare. 
Uscivi la mattina, rientravi la sera.

E allora tu nuoti nei mari,
attraversi i laghi,
risali i fiumi,
mi entri negli occhi, 
sali nella mia mente,
e scivoli nel mio cuore.
Ti siedi là. 
Stanco ma sorridente

E cominci a parlare.
‘Ciao Micetta’
Sento chiaramente quello che vedo vorresti dirmi 
quando a malapena apri gli occhi per guardarmi.
Quando muovi le dita perchè vorresti toccarmi.
Quando biascichi parole tra lamenti rassegnati
frustranti per me e per te. 

Sei qui nel mio cuore, papà.
Ti ascolterò per sempre, amore mio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento