username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Katia Guido

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Katia Guido

  • 28 settembre 2012 alle ore 0:36
    In front of me - Traduzione in fondo

    I've watched your lips moving
    drawing words about nothing
    and everything.

    There was a light in your eyes
    that made me want to smile at you.
    I wanted to stop time, hush the noise
    to listen
    to watch
    every sound of you,
    every move of you.

    Despite the crowd
    I wanted to touch you,
    without a reason,
    without excuse.
    I brushed your fingers once,
    but it was not enough.

    I tried to hide it,
    unluckily I suceeded.
    I wanted to show it,
    unfortunately I failed.

    Sometimes all you have is a moment
    when every obstacle evaporates
    under the warmth of your desires
    but then reality, that bitch,
    betrays you with false images
    and your courage fades like the shadows
    under the growing morning light.

    But it's not us who decide,
    mostly fear,
    under false pretences,
    seems to make sense.
    And what if we choose recklessness,
    what if we choose happiness?

    I know nothing about you,
    but if you feel the same,
    then I still hope
    for you to have the courage
    that I lack.

    Trad.

    Ho ossservato le tue labbra muoversi
    disegnando parole su niente
    e tutto.

    C'era una luce nei tuoi occhi
    che mi faceva venir voglia di sorriderti.
    Volevo fermare il tempo, zittire il rumore
    per ascoltare
    per guardare
    ogni tuo suono,
    ogni tuo movimento.

    Nonostante la gente
    volevo toccarti,
    senza ragione,
    senza una scusa.
    Ho sfiorato le tue dita una volta
    ma non era abbastanza.

    Ho provato a nasconderlo,
    sfortunatamente ci sono riuscita.
    Volevo mostrarlo,
    malauguratamente ho fallito.

    A volte tutto ciò che hai è un momento
    in cui tutti gli ostacoli evaporano
    con il calore dei tuoi desideri
    ma poi la realtà, quella puttana,
    ti tradisce con false immagini
    e il tuo coraggio svanisce come le ombre
    sotto il crescere della luce al mattino.

    Ma non siamo noi che decidiamo
    di solito la paura,
    sotto mentite spoglie,
    sembra aver senso.
    E se scegliessimo l'avventatezza,
    e se scegliesso la felicità?

    Non so nulla di te,
    ma se provi le stesse cose
    ancora spero
    che tu abbia il coraggio
    che a me manca.

  • 19 agosto 2012 alle ore 22:28
    The empty pillow - Il cuscino vuoto

    If your face was flesh and blood
    warm instead of this cold empty pillow,
    soul and words your mouth would be too
    wet over this dry eyes of mine.

    I'd learn to fear death again then,
    like a never too far enemy
    hiding among trees made of smoke,
    ready to touch and steal
    divide and destroy:
    An invisible barrier between us
    like the mere revelation
    that you only exist
    within the boundaries of imagination.

    Traduzione

    Se il tuo viso fosse carne e sangue
    caldo invece di questo freddo e vuoto cuscino,
    anima e parole la tua bocca anche sarebbe
    bagnata su questi miei occhi asciutti.

    Allora imparerei ad aver paura della morte ancora,
    come un nemico mai troppo lontanto
    che si nasconde tra alberi fatti di fumo,
    pronto a toccare e rubare
    dividere e distruggere:
    un'invisibile barriera tra noi
    come la semplice rivelazione
    che tu esisti soltanto
    tra i confini dell'immaginazione.

  • 16 agosto 2012 alle ore 9:34
    Falling out of love - Disinnamorarsi

    Suddenly when you wake up,
    the fog in front of your eyes thins out
    and
    what you thought to be a diamond once
    appears for what it’s been all along:
    an ordinary piece of rock.

    Traduzione

    Improvvisamente quando ti svegli,
    si dirada la nebbia davanti ai tuoi occhi
    e
    quello che un tempo pensavi fosse un diamante
    appare per ciò che è sempre stato:
    un comune pezzo di roccia.

  • 18 luglio 2012 alle ore 10:44
    The Bargain - Il Patto

    On the borderland to a wonder world,
    where crimson clouds cry raspberry rain
    and crazy winds leave blue lavender trails
    on a black and grey patchwork sky,
    a thousand snoopy yellow eyes blink to focus.

    The soft purple grass sways in time
    to a lullaby of chimes and rhymes
    woven by the vicious and angry fairies
    in the kingdom of “Forget-Me-Not”.

    Tricky lines in a blurred language
    dissolving into scented lavender air:
    a hostile atmosphere ruthlessly poisons
    whomever crosses the borders uninvited.

    To be granted the long desired access
    bids have to be made,
    deals have to be sealed,
    for dreams are at stake,
    served on a plate to hungry souls
    willing and eager to take the risk.

    There I dwell on mournful days
    and I sleep on heavyhearted nights,
    since I can come and go whenever I please
    for I once traded in the greatest of all,
    the most precious dream on heaven and earth.

    No lingering doubts, no painful delay,
    the night I bid your yet unknown ghost farewell,
    the day I abandoned a still breathing illusion of Love.

    Trad. 

    Al confine con un mondo chimerico,
    dove nuvole porpora piangono pioggia al lampone
    e venti pazzi lasciano scie blu lavanda
    su di un cielo a mosaico nero e grigio,
    mille occhi gialli e curiosi si sgranano per focalizzare.

    L’erba viola e soffice ondeggia a tempo
    con una ninna nanna di note e rime
    tessute da malvagie e furiose fate
    nel regno di “Non-Ti-Scordar-Di-Me”.

    Versi difficili in una lingua confusa
    si dissolvono nell’aria profumata:
    un’atmosfera ostile che avvelena impietosa
    chiunque oltrepassi i confini senza invito.

    Per il tanto desiderato accesso
    devono essere fatte offerte,
    devono essere suggellati patti,
    perché ci sono sogni in ballo,
    serviti su un piatto ad anime affamate
    pronte e ansiose di correre il rischio.

    Lì risiedo in giorni sconsolati
    e dormo in notti tormentate,
    posso andare e venire a mio piacimento
    poiché un tempo scambiai il più grande di tutti,
    il sogno più prezioso in cielo e terra.

    Nessun dubbio tentennante, nessun indugio dolente,
    la notte in cui ho detto addio al tuo ancor sconosciuto fantasma,
    il giorno in cui ho abbandonato l’ancor viva illusione d’Amore.

  • 06 luglio 2012 alle ore 9:51
    Rainy days - Giorni di pioggia

    On rainy days,
    words pour down on me,
    like water from the sky.
    Enchanting sparkling drops
    rinsing the dust of forgotten memories,
    washing away the pain of restless souls,
    quenching the thirst of scorched hearts.
    A gift from Mother Nature,
    counsellor of ancient wisdom:
    Water is the spring of Hope,
    the drink of Life
    and the food of Angels.
    Because,
    you see, like Sorrow,
    Water can drown you
    or else, like Love,
    Water can save you.

    Trad.

    Nei giorni di pioggia,
    le parole scrosciano su di me,
    come acqua dal cielo.
    Incantevoli gocce scintillanti
    sciacquano la polvere di ricordi dimenticati,
    lavano via il dolore di anime irrequiete,
    spengono la sete di cuori inariditi.
    Un regalo di Madre Natura,
    consigliera di un’antica saggezza:
    L’Acqua è fonte della Speranza,
    bevanda della Vita
    e cibo degli Angeli.
    Perché,
    vedi, come la Tristezza,
    l’Acqua può affogarti
    oppure, come l’Amore,
    L’Acqua può salvarti.

  • 04 luglio 2012 alle ore 0:20
    Oblivion - Oblio

    Somewhere in the far land of daydreams,
    in a forgotten corner,
    where the thickest of the shadows abide,
    blind hopes weave wobbling threads
    of confusing rainbows,
    shaping wicked, restless nightmares.

    There I am, running in a whirling circle,
    searching the disheveled paths
    of a foggy and ancient labyrinth.
    The scrawny cold fingers of the moonlight,
    whose comforting touch I’ve been longing to feel,
    cannot reach me through the rotting branches of the trees.

    There’s nothing but darkness for me to see
    and the beautifully crooked raven
    watches me from a cobweb’s hole:
    Its hollow eyes endlessly dancing.

    And while I’m looking for signs
    I step on the countless bread crumbs,
    you’ve left behind for me to find,
    soaked with teardrops of haunting fear.

    So I fall on my grazed knees, motionless
    until the roots of grief and desolation
    slowly grow and pierce my limbs;
    Then with the earth I become as one.

    Hidden I lay catching my last breath
    forgetting what brought me here.
    And one blink of an eye away
    a hand is reaching out from the filthy ground,
    there are bread crumbs under its fingernails
    and broken hopes through its veins.

    Traduzione

    Da qualche parte nel lontano paese dei sogni ad occhi aperti,
    in un angolo dimenticato,
    dove dimorano le ombre più fitte,
    cieche speranze tessono fili barcollanti
    di disorientanti arcobaleni,
    dando forma ad incubi malvagi, irrequieti.

    Sono lì, che corro in un circolo vorticoso,
    perlustrando i sentieri trasandati
    di un labirinto nebbioso e antico.
    Le scheletriche fredde dita della luna,
    delle quali ho bramato a lungo il confortevole tocco,
    non riescono a raggiungermi tra i rami decomposti.

    Non c'è nulla tranne buio per la mia vista
    e il bel corvo curvo
    mi osserva dal buco di una ragnatela:
    i suoi occhi vuoti ballano senza sosta.

    E mentre cerco i segnali
    pesto sulle innumerevoli briciole di pane,
    che hai lasciato affinchè le trovassi,
    inzuppate delle lacrime di un'ossessiva paura.

    Ecco che cado sulle mie ginocchia sbucciate, immobile
    finché le radici del dolore e della desolazione
    crescono e lentamente trafiggono le mie membra:
    Allora divento tutt'uno con la terra.

    Giaccio nascosta trattenendo il mio ultimo respiro
    dimenticando ciò che mi ha portato qui.
    E un battito di ciglia più il là
    una mano si sporge dal terreno sporco,
    ci sono briciole di pane sotto le sue unghie
    e speranze spezzate nelle sue vene.

  • 04 luglio 2012 alle ore 0:19
    Die Trennung - La separazione

    Sollte sich der Himmel von der Sonne trennen,
    dann würden keine erfrischenden Wolken mehr entstehen.
    Sollte sich der Himmel vom Mond trennen,
    dann würden keine lebhaften Sternschnuppen mehr fallen.
    Sollte ich mich von der Hoffnung trennen,
    dich eines Tages zu treffen,
    dann würde kein warmes Blut mehr zu meinem Herzen fließen.

    Trad.

    Se il cielo si separasse dal sole,
    le rinfrescanti nuvole non nascerebbero più.
    Se il cielo si separasse dalla luna,
    le vivaci stelle cadenti non scenderebbero più.
    Se io mi separassi dalla speranza,
    d'incontrarti un giorno,
    il caldo sangue non scorrerebbe più nel mio cuore.

  • 03 luglio 2012 alle ore 15:13
    Cuore di zucchero

    Il mio cuore è cristallizzato
    trafitto da un paletto
    con un colpo preciso e netto.
    Pare un bastone di zucchero
    immerso nel tè bollente
    ad affogare gradualmente.
    Mescolo e rimescolo,
    scotta, ma non si scioglie.

  • 10 maggio 2012 alle ore 0:24
    Wenn nur - Se solo

    Wenn nur die Worte,
    die ich dir sagen möchte,
    auf meiner Zunge zergehen könnten
    um in deinen Mund zu gleiten.

    Wenn nur die Gedanken,
    die ich mit dir teilen möchte,
    durch meine Finger reisen könnten
    um auf deiner Haut zu ruhen.

    Wenn nur die Gefühle,
    die ich dir zeigen möchte,
    meinem Kopt entrinnen könnten
    um dein Herz zu füllen.

    Trad.

    Se solo le parole,
    che io vorrei dirti,
    potessero sciogliersi sulla mia lingua
    per scivolare nella tua bocca.

    Se solo i pensieri,
    che vorrei condividere con te,
    potessero viaggiare attraveso le mie dita
    per riposare sulla tua pelle.

    Se solo le emozioni,
    che vorrei mostrarti,
    potessero sfuggire dalla mia testa
    per riempire il tuo cuore.

  • 29 febbraio 2012 alle ore 17:19
    The huntsman - Il cacciatore

    Dancing stars and silky blue sky
    they’re fixed in time for my delight.
    Crazy thoughts and dreams they fly
    chasing dawn they guard the night,
    hence my heart a huntsman seeks
    to pull the wicked thorn and numb the pain
    to save ephemeral hopes from battling in vain
    for the slow red of life leaves my cheeks.
    Astray I go with lips dry and parted
    even before to breathe I had started.

    Trad.

    Stelle che ballano e cielo blu seta
    immobili per il mio diletto.
    Pensieri pazzi e sogni volano
    rincorrendo l’alba sorvegliano la notte,
    dunque il mio cuore cerca un cacciatore
    per estrarre la perfida spina e fermare il dolore
    per salvare effimere speranze dal combattere invano
    poiché il lento rosso della vita lascia le mie guance.
    Mi perdo con labbra secche e semichiuse
    addirittura prima di aver iniziato a respirare.

  • 23 febbraio 2012 alle ore 12:15
    The things I'd do to you - Le cose che farei con te

    I’d do to you

    what the wind does to the trees:
    sweetly blowing over you
    giving you shudders of lust;

    What the sun does to the lizards:
    quietly warming your skin
    giving you blazes of desire;

    What the water does to the shore:
    silently lapping up your taste
    giving you waves of ecstasy;

    What the fire does to the wood:
    gradually inflaming your body
    giving you explosions of pleasure.

    TRADUZIONE

    Farei con te

    quello che il vento fa con gli alberi:
    soffiare dolcemente su di te
    dandoti fremiti di voglia;

    Quello che il sole fa con le lucertole:
    scaldare piano la tua pelle
    dandoti vampate di desiderio;

    Quello che l’acqua fa con la riva:
    leccare silenziosamente il tuo sapore
    dandoti ondate di estasi;

    Quello che il fuoco fa col legno:
    incendiare gradualmente il tuo corpo
    dandoti esplosioni di piacere.

  • 17 febbraio 2012 alle ore 22:45
    Random - A caso

    I miss the past and all the laughter
    I wish I could get both back faster,
    I'd love to feel reckless again
    I wish the feeling would remain;
    Love and friendship with no ties,
    no cheating and no lies.
    Past is a long forgotten street
    where we never ever will meet.
    But future holds the key in its palm,
    so let's wait, let's keep calm.

    Trad. (senza rime)
    Mi manca la gioventù e tutte le risate
    Vorrei riaverle indietro più veloce,
    Desidererei essere sconsiderata di nuovo
    Vorrei che la sensazione restasse;
    Amore e amicizia senza vincoli,
    nessun tradimento, nessuna bugia.
    Il passato è una strada lunga dimenticata
    dove mai e poi mai ci incontreremo.
    Ma il futuro tiene in pugno la chiave,
    allora aspettiamo, restiamo calmi.

  • 31 gennaio 2012 alle ore 23:56
    Melancholy - Malinconia

    There is melancholy in your eyes:
    a grey shade of nothingness
    with aborted tears
    that will never see the light
    of a day marking this journery.
    All emotions cold:
    the weather of this empty grey day,
    like the taste of bad coffee.
    You are not alive
    You are not dead
    You are asleep
    with eyes open
    unable to dream.

    ***

    C'è malinconia nei tuoi occhi:
    tonalità grigia del nulla
    con lacrime abortite
    che non vedranno mai la luce
    di un giorno che segna questo viaggio.
    Tutte le emozioni fredde:
    il tempo di questo vuoto e grigio giorno,
    come il sapore di un caffè cattivo.
    Non sei vivo
    Non sei morto
    Stai dormendo
    con gli occhi aperti
    incapace di sognare.

  • 27 dicembre 2011 alle ore 14:42
    Anger / Rabbia

    Cracks, burns and cracks
    inside and outside
    feeding the black hole
    sucking the marrow
    and spitting it out.
    Anger, like a cancer grows.
    There’s no cure,
    only emptiness
    that crawls under the skin
    freezing the body
    crippling the mind
    squashing the heart
    like a rotten apple.

    Trad.

    Crepe, bruciature e crepe
    fuori e dentro
    nutrono il buco nero
    succhiano il midollo
    e lo sputano.
    La rabbia, cresce come un cancro.
    Non c'è cura, 
    solo vuoto
    che brulica sotto la pelle
    gelando il corpo
    paralizzando la mente
    spappolando il cuore
    come una mela marcia.

  • 06 dicembre 2011 alle ore 12:27
    A kiss/Un bacio

    Melting like cold snowflakes so slow,
    these soft lips are hungry and looking for more.
    A new taste sensation makes passion flow
    through the veins heading straight for the core.
    What is the true sound of a kiss?
    A Christmas tinkling of a new sweetness
    that the heart wraps in pure bliss?
    Or is it the crackling of the fire
    chasing away the bitter friend coldness?
    A kiss feeds the soul with long forgotten desire.

    *************
    Traduzione
    Si sciolgono come fiocchi di neve lentamente
    queste labbra affamate che vogliono di più.
    Un nuovo sapore fa scorrere la passione
    nelle vene dritta verso il centro.
    Qual'è il vero suono di un bacio?
    Un tintinnio natalizio di una nuova dolcezza
    che avvolge il cuore in pura felicità?
    O è il crepitio del fuoco
    che scaccia l'amaro amico freddo?
    Un bacio nutre l'anima con un desiderio a lungo dimenticato.

  • 06 dicembre 2011 alle ore 12:25
    Una piccola pietra rossa

    In un giorno di primavera
    seduta sul prato a raccogliere sogni
    strappo emozioni come petali,
    una ad una.
    Tra le dita resta il ricordo di un desiderio sfuggito.
    Il vento cerca di rubarlo, ma lo tengo stretto
    come il tuo ultimo sguardo.
    Chiudo gli occhi e mi specchio nei tuoi,
    non riesco ad entrare,
    mistero ed enigma incatenati a fare la guardia
    a pensieri preziosi e rari
    come cristalli di ematite nascosti tra le rocce.
    Vorrei non soffrire di vertigini per scalarle
    e trovare un’entrata nascosta
    scivolare dentro senza far rumore
    per posare una nuova piccola pietra splendente
    ad illuminare il buio.
    Vicino al tuo cuore.
    Rossa come il calore dello sfiorarsi le labbra.
    Luminosa come la sensazione di toccarsi l’anima.

  • 05 dicembre 2011 alle ore 23:05
    Danzano i nostri corpi

    Come una serpe che si muove al sole
    striscio lenta sulla tua pelle,
    ti assorbo dentro me con il tatto
    quasi tu fossi materia nuova
    tra le mie mani cieche e affamate.

    Come una gatta che si stira al mattino
    struscio tra le tue gambe decisa,
    ti impregno del mio odore con il corpo
    quasi tu fossi territorio nuovo
    tra le mie mete prestabilite e avide.

    E poi danziamo...
    giocando nei nostri occhi,
    spingendo tra brividi caldi,
    pulsando a tempo col fuoco,
    che brucia inarrestabile
    seccando le nostre bocche
    fino ad accendere,
    incontrollabile,
    la sete.

    E poi ci fermiamo...
    dondolando qualche istante,
    calmando il nostro respiro,
    fermando il battito del tempo,
    che aumenta ingovernabile
    svegliando i nostri desideri
    fino a suscitare,
    insaziabile,
    la fame.

    E poi ci arrendiamo...
    ricominciando più infiammati,
    assaggiando la nostra carne,
    caricando la voglia di noi,
    che spinge irrefrenabile
    implodendo nella nostra mente
    fino ad arrestare,
    inevitabile,
    il fiato.

    E poi rallentiamo...
    ondeggiando un momento,
    ritardando la nostra danza,
    trattenendo la scia dell'illusione,
    che rimane instancabile
    sembrando soltanto un lampo
    fino a raggiungere,
    incontenibile,
    la perfezione.

  • 27 settembre 2011 alle ore 23:26
    And I think of you/E penso a te

    Sometimes, at night, I lie in bed
    and I think of you.
    Mindless years have gone by:
    busy people walking on the pavement,
    and I think of you.
    Pitiless ifs chew my brain cells:
    tiny bedbugs gnawing at my feet,
    and I think of you.
    Voiceless words have melted:
    heavy raindrops meeting the river,
    that flows over this muddy bed
    made of memories and regrets,
    where I lie now
    and I think of you.

    Trad.

    Qualche volta, la notte, sono a letto
    e penso a te.
    Incuranti anni sono passati:
    passanti indaffarati che camminano sul marciapiede,
    e penso a te.
    Impietosi se masticano le mie cellule celebrali:
    cimici minuscole che rosicchiano i miei piedi,
    e penso a te.
    Sorde parole si sono dissolte:
    gocce di pioggia fitte che incontrano il fiume,
    che scorre sopra questo letto fangoso
    fatto di ricordi e rimpianti,
    su cui ora sono distesa
    e penso a te.

  • 24 giugno 2011 alle ore 7:35
    Indifference/Indifferenza

    There's a place in my heart
    where you're dwelling
    together with other half-forgotten memories;
    It's a thin grey line between love and hate.
    A place called indifference.

    Trad.

    C'è un posto nel mio cuore
    dove tu risiedi
    insieme ad altri ricordi mezzo dimenticati;
    è una sottile linea grigia tra l'amore e l'odio.
    Un posto chiamato indifferenza.

  • 31 maggio 2011 alle ore 15:27
    A Vampire to Kill - Un Vampiro da Uccidere

    So kill it, kill Sorrow.
    When you do it,
    stake it through the heart
    with the bolt of life
    and don’t miss the mark,
    for if you do,
    it will seem dead for a while
    only to rise again,
    without notice
    and feed on your energy
    growing stronger as you grow weaker.
    Kill it, before it kills you.

    Trad.

    Uccidilo, uccidi il Dolore.
    Quando lo farai,
    conficcagli un paletto nel cuore
    con il lampo della vita
    e non mancare il bersaglio,
    perché se lo fai,
    sembrerà morto per un po’
    solo per ritornare,
    senza preavviso
    e nutrirsi della tua energia
    diventando forte mentre tu diventi debole.
    Uccidilo, prima che lui uccida te.

  • 18 aprile 2011 alle ore 21:58
    Stella cadente

    Eri una stella fissa in cielo,
    la tua luce sul mio viso: un velo.
    E poi ti ho smascherato,
    cadendo te ne sei andato.
    I miei sogni con te trascinavi via
    senza nemmeno lasciare la scia.

  • I'm walking down a grey hall
    on the solitary walls empty portraits
    are looking down on me
    like hollow eye sockets
    counting my steps carefully
    one by one.
    I feel lost in a jungle of chalky stones.
    Everything around me seems fragile
    threatening to crumble
    under the weight of years
    chasing pointless losses
    that we keep in our pockets.
    I spy on someone hiding
    it's a challenge
    it tires out
    it knocks me down
    it tears me apart
    until I'm only crumbs
    mingling with the shining stardust.

    Trad.

    Cammino lungo un grigio corridoio
    sui muri solitari, ritratti vuoti
    mi guardano dall'alto in basso
    come orbite oculari cave
    contando attentamente i miei passi
    uno ad uno.
    Mi sento persa in una giungla di sassi calcarei.
    Tutto intorno a me sembra fragile
    minaccia di sbriciolarsi
    sotto il peso degli anni
    a rincorrere perdite inutili
    che teniamo nelle nostre tasche.
    Spio qualcuno che si nasconde
    è una sfida
    mi sfinisce
    mi abbatte
    mi distrugge
    finchè divento briciole
    che si mescolano alla lucente polvere di stelle.

  • 24 febbraio 2011 alle ore 20:15
    Unwilling to let go - Riluttante a mollare

    I used to build huge sandcastles
    on a beach made of bloody clay
    waiting eager for the tide to come
    and finally sweep them away.
    Eroding the cruel sense of loss
    I felt when I missed your voice
    though I never yielded to despair
    for I see now it was not your choice.

    Trad.

    Costruivo enormi castelli di sabbia
    su una spiaggia di creta insanguinata
    aspettando ansiosa l'arrivo della marea
    perchè ogni cosa fosse infine cancellata.
    Erodendo il crudele senso di perdita
    quando era la tua voce a mancarmi
    senza mai cedere alla disperazione
    perchè ora so che tu non volevi lasciarmi.

  • 21 febbraio 2011 alle ore 12:53
    Ilaria

    Sei una piccola stella
    nell'infinito buio del cielo,
    ma la tua luce è così forte
    da sciogliere anche il ghiaccio
    di cui son fatte le comete,
    che a volte ti sfiorano
    raccogliendo nella loro scia 
    tutti i tuoi radiosi sorrisi,
    per splendere ancora di più 
    con l'allegria inconsapevole,
    che solo tu sai donare.

  • 17 febbraio 2011 alle ore 22:46
    Lost - Perso

    Missing what is resting so far
    I live in a forgotten place
    on hills of flying images
    from a time when I could feel
    the fresh air brushing my soul.

    It lies right in front of me,
    but I cannot perceive its shape
    it smells like long dead roses
    and if I only could taste it
    I know it would slowly kill me.

    A crusade into nothingness
    means more than a brief life
    to those who seek an escape
    from a realm of cruel cravings
    into the back entrance to peace.

    Tears, laughter, anger and more
    those are my oldest friends
    together we care for nothing
    for Nothing cannot touch me
    while I linger here, in my limbo.

    Do not try to stop me,
    do not dare to change me,
    I am a prisoner to my own nature
    and though I fight for freedom
    I refuse to be saved.

    Lost I am to the dark
    as lost as a cold breath
    in the blackest night.

    Trad.

    Mancandomi ciò che riposa così lontano
    vivo in un posto dimenticato
    su colline di immagini volanti
    di un tempo in cui riuscivo a sentire
    l'aria fresca sfiorarmi l'anima.

    Giace proprio qui di fronte a me,
    ma non percepisco la sua forma
    odora di rose ormai morte da tempo
    e se solo potessi assaggiarlo
    so che mi ucciderebbe lentamente.

    Una crociata nel nulla
    significa molto più di una breve vita
    per coloro che cercano una scappatoia
    da un reame di crudeli bisogni
    verso l'entrata di servizio nella pace.

    Lacrime, risa, rabbia e oltre
    questi sono i miei più vecchi amici
    insieme non ci importa di nulla
    perchè Nulla non può toccarmi
    mentre mi soffermo qui, nel mio limbo.

    Non cercare di fermarmi,
    non osare cambiarmi,
    sono prigioniero della mia stessa natura
    e seppure combatto per la libertà
    mi rifiuto di essere salvato.

    Perso sono nell'oscurità
    così come un freddo respiro
    nella notte più nera.