username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Liliana Landri

in archivio dal 12 gen 2019

Battipaglia

mi descrivo così:
Sotto il nome della mia amica Liliana Landri raccolgo le storie pubblicate sul mio profilo Facebook a lei ispirate. Linda Landi 

18 febbraio alle ore 18:30

Manipolatore

Intro: Quando la famiglia di origine è considerata principalmente una mammella da cui ciucciare.

Il racconto

Manipolatore.
Non rinuncia a fare il manipolatore.
E gliel'ho permesso.
E ci è riuscito.
Sono anni che aspetta (o meglio che sua moglie aspetta) di monetizzare i sacrifici dei genitori.· 
Manipolatore. Freddo. Formale.
Ed io gliel'ho permesso.
Quando mi avvidi che oltre ad essere violento era anche un tipo aziendale?
È normale, direte voi, lavora in azienda!
Sì, ma lui era un tipo aziendale in casa! In famiglia!
Parlava e si muoveva in casa dei suoi genitori con calcolo, attento e non rilassato, come se fosse stato in azienda invece che a casa sua.
Manipolatore.
Stasera ho parlato con un professionista che ha ricevuto una sua e-mail ed in questa e-mail ancora che tentava di raggirare il professionista con il suo modo contorto e non diretto credendo di fargli fare quello che voleva lui. Ed ancora cade dalle nuvole e non sa perché non voglio avere (troppo tardi) più niente a che fare con lui. 
Stesso stampo dei suoi amici di via Vattelapesca n.0 che fanno la faccia innocente e stupefatta se qualcuno gli rinfaccia qualcosa.
"Ma con chi crede di avere a che fare?", ha detto il professionista.
Manipolatore.
Come quella fatidica volta che mi fece quella telefonata chilometrica che aveva un unico obiettivo: accertarsi che lui non sarebbe stato incomodato e che io mi prendessi ... in casa.
Ed io intui che, non dico sperava, ma aveva considerato la possibilità che .... potesse darmi un bel pugno in testa e lui si sarebbe liberato in un colpo solo di due terzi incomodi.
Non aveva capito la natura di .... a quell'epoca.
Manipolatore.
E si presenta bel bello dai dottori e con garbo aziendale e sicumera dice che ... può andare a stare con lui.
E, con arroganza, senza dire niente, telefona di nascosto ai dottori per far saltare i miei accordi con l'unica dottoressa che mi aveva ispirato fiducia, affermando che di tutto poteva occuparsi lui.
Ed i dottori abboccano. 
Ed io sono liquidata.
No. La sera si presenta tutto spaventato a casa mia (dismessa la sicumera aziendale che ha esibito di fronte ai dottori) e dice: "Non è che puoi occupartene tu?" Però senza dottoressa, come dice lui. 
Di fronte al pubblico forte e sicuro: "Posso occuparmi io di tutto".
In privato, senza pubblico: "Non è che puoi occupartene tu?"
Stesso stampo del suo amico del cuore di via Vattelapesca n.0.

Linda Landi       30 novembre 2018

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento