username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Mario Laudace

in archivio dal 21 dic 2011

04 dicembre 1994, Vasto - Italia

segni particolari:
Digital Sensation(al)

06 febbraio 2012 alle ore 14:46

Inerme

Inerme aspetto la fine
del mio tormento infame.
Notte e dubbio
Stanno assieme
A braccetto
Al suo cospetto
Uno subito con eleganza
L'altra lenta in sonnolenza
Arrivano adagi
Penetrano nel sogno
Li guardo selvaggi
Distruggere il mio mondo.
Una voce mi desta
È la ragione lesta
In aiuto accorre
A rinforzar le fila
Si arma di cuore
E in battaglia sfila.
L'Audacia appare forte
Castello di mattoni
Adagiato sulle nuvole.
Sogno inviolabile
In mezzo a quei furori
Ad un tratto arriva lei, Morte.
Inerme lì a guardare
Inerme aspetto la fine
Del mio tormento infame.
Chiedo giusto il tempo
Di una lacrima nel vento;
Anche meno mi accontento
Di un ricordo di cemento.
Due vie dan la scelta
La più facile: morte lenta.
Ma lei non si arrende
Sceglie l'altra e tenta
Combatte per la vita,
per il cuore, Audacemente.

Mr. Laudace

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento