username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sammaritano

in archivio dal 07 dic 2005

03 aprile 1960, Mazara Del Vallo (TP) - Italia

mi descrivo così:
Amore per la pittura la letteratura e i libri. Nel 2005 ha stampato, autofinanziandola e in forma inedita, la prima raccolta di poesie curandone anche la grafica: 20 copie per gli amici. 

19 maggio 2008

Mi chiamava Byron

Follia , erotismo , arte, rogo, seduzione.
Voli iperbolici del dna 
Di vagabonde combinazioni.
Odori , orgasmi, versi, disillusioni.
Tra cellule morte
ci faremo spazio
e seguiremo  un intreccio di note senza fine.
Berremo dai nostri
calici insulsi
perché cosi ci piace.
E, quando ogni cosa tace,
da te
artefice delle virtù infeconde,
tra lenzuola di seta senza colore
o tra cartoni, mi sparirai
senza un domani
per un altro Byron
con mille devozioni.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento