username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Augusta Bianchi

in archivio dal 12 dic 2008

12 febbraio 1949, Viareggio (LU) - Italia

mi descrivo così:
Una quasi sessantenne con la voglia di vivere, ballare, cantare, scrivere di una ventenne, anzi molto di più!

12 dicembre 2008

A mia figlia

I tuoi straccetti
abbandonati nell'angolo del bagno
hanno l'odore acre dell'intransigenza,
il profumo perverso della ribellione.

Hanno i colori cupi della solitudine,
l'usura consueta del mal di vivere;
intrisi degli umori per la fatica

li stringo a me e ritorni piccina.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento