username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Augusto Altavilla

in archivio dal 12 nov 2014

05 dicembre 1987, Copertino

segni particolari:
Sono un contrabbandiere,
un trafficante di emozioni di molta qualità.
Per questo, scappo lontano da mia madre e dalla culla.
La sincerità non è ben vista,
la libertà non è gradita.
La leggerezza è altrove,
nella mia città,
nei miei atri,
lontano da qui.

mi descrivo così:
Sono un ragazzo eclettico, è la varietà del mondo che mi stimola, mi aiuta a scrivere. Mi sento libero, so che il mondo non ha coscienza per giudicare, ma è coscienza, quella di ognuno, che con il giusto seme, può cambiare. Scrivere è terapeutico, distillo le emozioni in versi e me ne nutro.

21 novembre 2016 alle ore 17:12

Nel viso

Mi innamoro di te quando mi fai conoscere il tuo imbarazzo,
e poi casualmente lo vedo adagiarsi sulla tua fronte;
quando mi dai le tue mani solcate da vene blu, 
come le strade celesti che ti hanno portato da me;
quando quelle mani le usi per cercami tra mille,
per tenere nascosto un sorriso;
quando la tua bocca, 
una melagranata succulenta, si allunga in un sorriso nel vedermi,
e matura, desiderandomi.
Quando hai storie da raccontarmi io ti amo.
Quando sono io quella storia,
quando so cosa vivi, nella più fonda stanza del tuo petto,
mi innamoro di te.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento