username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Augusto Altavilla

in archivio dal 12 nov 2014

05 dicembre 1987, Copertino

segni particolari:
Sono un contrabbandiere,
un trafficante di emozioni di molta qualità.
Per questo, scappo lontano da mia madre e dalla culla.
La sincerità non è ben vista,
la libertà non è gradita.
La leggerezza è altrove,
nella mia città,
nei miei atri,
lontano da qui.

mi descrivo così:
Sono un ragazzo eclettico, è la varietà del mondo che mi stimola, mi aiuta a scrivere. Mi sento libero, so che il mondo non ha coscienza per giudicare, ma è coscienza, quella di ognuno, che con il giusto seme, può cambiare. Scrivere è terapeutico, distillo le emozioni in versi e me ne nutro.

18 aprile alle ore 21:07

Poesie come fiumi

Una primavera in pienezza,
profumata e tiepida,
illuminata di rame e d'oro,
ricalcando la vita, nel tripudio orgoglioso dei prati.
Così mi sento dentro quando tu mi ami,
e trasborda l'orgoglio dal mio petto,
pende abbondante, come da un balcone fiorito.
Si gettano dalle mie costole grandi petali carminio e azzurro,
verdi edere si arrampicano sul mio scheletro,
gli stormi vitali, si librano in volo, fino ai capelli, 
ed il calore, come un'acqua, raggiunge ogni propaggine
della mia carne terrestre.

E tu, lo sai che le poesie sono come i fiumi?
Confluiscono le une nelle altre, come le nostre vite, 
come le nostre vite. 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento