username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Augusto Altavilla

in archivio dal 12 nov 2014

05 dicembre 1987, Copertino

segni particolari:
Sono un contrabbandiere,
un trafficante di emozioni di molta qualità.
Per questo, scappo lontano da mia madre e dalla culla.
La sincerità non è ben vista,
la libertà non è gradita.
La leggerezza è altrove,
nella mia città,
nei miei atri,
lontano da qui.

mi descrivo così:
Sono un ragazzo eclettico, è la varietà del mondo che mi stimola, mi aiuta a scrivere. Mi sento libero, so che il mondo non ha coscienza per giudicare, ma è coscienza, quella di ognuno, che con il giusto seme, può cambiare. Scrivere è terapeutico, distillo le emozioni in versi e me ne nutro.

17 aprile 2017 alle ore 1:07

Tristezza

A volte, come oggi,
ti osservo;
e quasi tutto ciò che desidero,
mi appare in te;
una piccola incertezza nella vita,
le tue labbra appese come frutti in estate,
i tuoi occhi ombrosi,
la tua mano tremante,
la tua pelle chiara appena intessuta nel freddo della montagna,
la tua luce perpetua,
il sorriso che mi insanguina il volto.
Ma allora dimmi,
che tristezza sei tu che mi catturi con il silenzio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento