username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Augusto Altavilla

in archivio dal 12 nov 2014

05 dicembre 1987, Copertino

segni particolari:
Medico, Psicoterapeuta e scrittore.

14 maggio alle ore 23:35

Un Marinaio

Le parole diventate baci
mi hanno mostrato la luce perpetua della speranza,
sempre accesa dietro le finestre della mia casa.
Lì aspetto,
che tu o chiunque mi porti in salvo dai mostri del tempo che scorre.
Ed io mi dimeno, come un diavolo benedetto,
come se fosse ancora estate ed io debba per maledizione
raccogliere in eterno senza potermi sfamare.
Mi sono avvicinato dove tu sei nudo, dove sudi e tremi, dove tu sei più vero
nel posto in cui sei ancora bambino.
Venivo per dividere con te i doni di questa terra,
e con le mani colme e traboccanti, una volta ancora t'ho visto andare.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento