Emanuele Marcuccio
  • Palermo (Italia)
  • 10/01/1974

Biografia

Sono autore di poesia, aforismi e pensieri vari. A mia cura finora sono editi diciotto libri, tra cui sillogi di poesia, antologie e saggi per opere di terzi, di alcuni volumi ho scritto anche la prefazione. Sono ideatore e curatore del progetto di poesia “Dipthycha” dove la forma del dittico e trittico poetico viene declinata rispettivamente a due e tre voci di autori diversi, del quale sono finora editi quattro volumi a scopo benefico.

Segni particolari

Autore del dramma epico in versi liberi «Ingólf Arnarson» (2017) di ambientazione islandese e medievale e di quattro sillogi: tre di poesia «Per una strada» (2009), «Anima di Poesia» (2014), «Visione» (2016) e una aforistica «Pensieri Minimi e Massime» (2012). Dal 2010 sono anche curatore editoriale freelance.

Scritti da Emanuele Marcuccio

30 su 87

Scriviamo di una realtà come trasfigurata e, nel contempo cerchiamo di porgere al lettore una speciale lente d'ingrandimento, che trasfiguri e ingrandisca allo stesso tempo. Emanuele Marcuccio, Pensieri Minimi e Massime, Photocity, 2012, n.(…)

Siamo al servizio della poesia, la poesia non è al nostro servizio. Quando vuole ci visita, basta rimanere in ascolto attento e attentamente osservare, il resto lo fa la poesia e la nostra ispirazione, che la nostra scrittura libera dal caos(…)

Ognuno, per sua stessa natura, è viandante, alla continua ricerca del proprio sé, alla continua ricerca della felicità ma, solo dei lampi fuggevoli, solo uno stormir di fronde ci sono concessi e questi attimi di felicità si perdono nella nebbia dei(…)

Parafrasando Shakespeare (cfr. La Tempesta, atto IV, scena I), siamo fatti della materia di cui sono fatte le stelle: principalmente di atomi di carbonio e di carbonio sono fatti i diamanti. Immensa come le stelle è la vita, preziosa più dei(…)

Il poeta non è mai mero cronista di ciò che attentamente osserva, non è mai impersonale messaggero, bensì è interprete soggettivo che ri-crea, trasforma, trasfigura sogni, storie, emozioni. Emanuele Marcuccio, Pensieri Minimi e Massime,(…)

La poesia è anima che si fa parola. Emanuele Marcuccio, Pensieri Minimi e Massime, Photocity, 2012, n. 63, p. 19.

Il cuore, in apparenza semplice, nasconde un profondo abisso che solo Dio conosce, che spira a noi il vento della poesia donandoci solo dei barlumi, dei lampi fuggevoli di questo profondo abisso. Emanuele Marcuccio, Pensieri Minimi e Massime,(…)