username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Elisa Barindelli

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Elisa Barindelli

  • 11 settembre 2009
    L'amore finito

    Di tutta la nostra guerra
    è rimasta la luna.

    Impudica.
    Ammantata d'alone vago
    e nessuna nuvola,
    sul silenzio respira.

    Aperta,
    la porta abbandonata.

  • 11 settembre 2009
    Esecuzione

    Su tutti gli sguardi
    l'occhio delle nubi s'è aperto.

    Sospeso, tremante,
    un enorme sospiro ristagna
    in un mondo di volti.
    Ammanta in silenzio
    l'attesa atterrita.

    E nell'ultimo istante
    non sono che ultimi istanti
    mai giunti.
    Non sono che amori
    non diventati ricordo.
    Non sono che giorni.

    Con il giudizio
    laverà la pioggia il sangue.
    Ma nell'ultimo fiato,
    infiniti profumi

  • 11 settembre 2009
    Esuli

    Abbiamo dimenticato,
    abbandonato per soffrire
    e punirci
    ogni luogo d'affetto.

    E quando ti alzasti
    per osservare in ultimo la città di sale
    non piangevi
    che rospi e rimorsi corrosi

    Una nuova antica casa abbiamo.
    Sulle acri volute di fumo
    s'alzano nostri i silenzi

  • 09 settembre 2009
    La città natale

    Ancora mi prendi
    e non chiedi.

    Invecchiata, abbandonata,
    rovinata di amanti infedeli,
    coi piedi nudi ti troverò addormentata.

    Nel tuo mare di roccia e di sale
    sarai principessa svelata,
    e sulla spiaggia la notte
    canterai l'inno crudele.

    Colorata dell'odio screpolato
    mi culli sul tuo seno divelto,
    e di nuovo ritorno
    incapace d'andare.

    Per guardarti dormire.
    Dal tuo trono di vento,
    benedicimi.

  • 09 settembre 2009
    Al mio vincitore

    Lo sguardo indimenticato,
    sue le iridi di luce.
    Nel buio la perfezione
    e nostra era la notte.
    L'albero solo respirava.

    Ed il lago argenteo non esisteva,
    si rifletteva su stelle disperse,
    ovunque senza colore
    eterno splendeva.

    E tutto è sempre,
    e dentro di noi.