username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gianfranco Pacco

in archivio dal 22 set 2009

04 ottobre 1963, Trieste - Italia

segni particolari:
Peter Pan dai canestri alla montagna, passando per il palco e la scrittura.

mi descrivo così:
Geometra... a canestro su un palco... sempre a zogar come i fioi su una nuvola... scriver de tuto come in una favola...

16 novembre 2009

Ferie

Partenza intelligente
De note xe meo viagiar
Per gaver meno fila
Ma no te se devi indormenzar


Se te parti in setimana
Te pol anca gaver fortuna
Magari xe bela giornada
Magari te rivi prima


Ma se te viagi
per ‘ndartela zercar
Va pur via nel uikend
E dopo no brontolar


Xe de rider vèderli
Dopo gaver carigà i bagagli
I xe za de tuti i colori
I speta dieci chilometri in fila
E dopo i xe rossi come pomidori


Me vignissi de dighe:
“Perché el giorno drio no partì?
Cossa cambia?
Almeno doman xe lunedì”


Sarà sicuro meno confusion
Qualche ora de meno te starà in auto
in corpo meno nervoso te poderà gaver
E te sarà più in voia de zogar


Ma lori niente
Che ferie saria senza coda
Senza la sauna in machina
E co l’autostrada svoda?


E pò cossa te soni?
No te vedi che xe tuto blocà?
El traghetto no scampa
Te son ti l’unico agità


Me par come compreso nel prezo
Per le ferie go speso un capital
E devo farme anche la fila
Cussì sarò sul giornal


E forsi saria un’idea
Che nele offerte
Un sovraprezo le agenzie metessi
E anche zona ora e durata dell’ingorgo
i calcolassi


Che cussì te poderia decider prima
Cossa te va meo far
Se butar soldi in scovaze
O a pie al pedocin andar

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento