username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Gianfranco Pacco

in archivio dal 22 set 2009

04 ottobre 1963, Trieste - Italia

segni particolari:
Peter Pan dai canestri alla montagna, passando per il palco e la scrittura.

mi descrivo così:
Geometra... a canestro su un palco... sempre a zogar come i fioi su una nuvola... scriver de tuto come in una favola...

10 ottobre 2009

Vardo el mar

Quando el xe in burrasca
quando el ziel xe limpido e lo colora
quando el me riva in tasca
de matina bonora

pasegiando sul molo Audace
saludo el pescador sentà sul scalin
me par de eser su una nuvola
e magari anche me emoziono un fiatin

xe tranquilità, silenzio e pase
momenti de fissar coi ciodi
per quando, un’ora dopo, sarà dolori
e, tuti in movimento, farà un concerto de rumori

clacson, ciacole e cellulari
e la su quel scalin no sarà più el pescador
coi sui pensieri

ma el mar resta, a scoltar tuto
che sia bel o bruto, che sia calma o confusion
sol che splendi o bora che sufia dele sfese
lu’ xe la, che protesta con qualche onda per le ofese
co ghe riva scovaze o altre monade
el volessi slavazar chi le ga boutade

 el ghe fa compagnia al pitor che lo colora sempre de azuro
el ghe da ispirazion al scritor che lo meti in rima e in canzon
el te fa de amico, senza giudicar
no’l disi niente e ti te pol starlo a vardar

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento