username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Gianluca Papa

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Gianluca Papa

  • 19 maggio 2013 alle ore 19:02
    Regalo

    Davanti all’università
    ascoltavi musica
    italiana
    Cantilene vecchie
    da te riascoltate
    ancora da te risentite
    Desideravi continuare
    ma interrompesti per me
    volendo dopo riprendere
    In regalo per te
    registrai a te
    canzoni italiane
    Solo lettere scrivere
    solo parole tra di noi ascoltare
    nostre anime vicine.

  • 10 maggio 2013 alle ore 11:42
    Libro su New York

    Dopo tanti mesi
    lontani passati
    a casa mia portasti
    come omaggi
    un libro di immagini
    dei luoghi dove vivevi
    Girando le pagine
    leggendo le didascalie
    cerco di immaginare
    in quei luoghi te
    ti vorrei raggiungere
    essere vicino a te
    Guardando le immagini
    scopro altri particolari
    magici e fantastici
    ombre e luci
    opachi e lucenti
    bianchi e neri
    Chiudo il libro
    ricordi si affastellano
    piccoli si adagiano
    molli si tuffano
    sinuosi nuotano
    eterni rimarranno.

  • 30 aprile 2013 alle ore 8:28
    Ischia

    Da una città lontana
    arrivai a Casamicciola
    conobbi ragazza napoletana
    con i genitori arrivata
    un’estate passata

    tutta estasiata
    decise uscita
    decise nostra storia
    decise nostra vita
    decise nostra memoria

    dopo l’estate la nostra storia
    continuò a Napoli città
    un natale di anni fa
    al rione dei presepi ancora
    in giro per la città

    un altro incontro a Mergellina
    per vedere attorno la città
    i bar del porto alla marina
    insieme passeggiata
    insieme veduta

    lontana memoria
    flebile rimembranza
    solo in me rimasta
    solo in me vissuta
    per sempre rimarrà.

  • 22 aprile 2013 alle ore 16:49
    Bar Socrate

    Fra piante in vasi
    tavolini all’aperto sparsi
    camerieri movesi
    al bar Socrate
    con te quanti minuti

    a lato università
    in tua attesa
    contavo ora
    arrivavi or ora
    ordinavi allora

    quanti mezzodì
    o pomeriggi
    in tua compagnia passati
    chiacchiere dolci
    parole dolci

    quanti ricordi
    quanti frammenti
    particolari momenti
    mitici momenti
    memorabili momenti

    attimi ora ricordati
    ora spariti
    riaffiorano alle nostri menti
    sorridenti vaganti
    di noi giovani amanti.

  • 12 aprile 2013 alle ore 21:33
    Sera

    E’ sera inoltrata
    discoteca affollata
    balli spintonata
    resti ferma
    un secondo e via
    balli sfrenata
    balli senza sosta

    cerco di non perderti
    cerco di raggiungerti
    cerco di vicino esserti
    cerco di individuarti
    cerco di scorgerti
    cerco di vederti
    cerco di riconoscerti

    ci fermiamo per istanti
    aspettiamo lieti
    ci riposiamo pacati
    ci alziamo lesti
    balliamo di nuovo tutti
    ci agitiamo di nuovo tutti
    ci muoviamo di nuovo tutti

    alla fine dei balli
    delle musiche grati
    alla dimora ritorni
    soddisfatta torni
    e contenta intoni
    strani motivetti
    strani motteggi.

  • 31 marzo 2013 alle ore 18:20
    GIOIA

    Quando mi accorsi
    della felicità nei tuoi occhi
    nel vedermi avvicinarmi
    il passo affrettai
    ti raggiunsi
    le gote ti baciai

    ti abbracciai
    come in una morsa stretti
    come mare e terra stretti
    come in rete pesci
    sì incatenati
    sì tra noi stretti

    ti strinsi
    ti avvinsi
    ti sorrisi
    mano tua presi
    ballo iniziai

    musica suoni
    armoniosi toni
    convulsi ritmi
    incalzanti battiti
    continui balli
    stanchi mai

    a noi soli
    amor offrì
    questi sentimenti
    eterni e vivi
    inestinguibili
    imperituri.

  • 22 marzo 2013 alle ore 17:18
    Ricordare

    Mi rammento
    ci conoscemmo
    sotto il colonnato
    dell’ateneo

    notai subito
    il tuo volto
    il tuo portamento
    al primo appuntamento

    vidi subito
    il tuo profilo
    il tuo bianco abito
    da te indossato

    apprezzai subito
    il tuo labbro
    il tuo innocente bacio
    a me elargito

    ammirai subito
    il tuo pensiero
    sul mondo
    sì aperto

    ci separa ora un oceano
    un libro rimane solo
    a memoria del ricordo
    di poesia resto.

  • 13 marzo 2013 alle ore 9:40
    Nostalgia

    Indietro guardo
    imago scorgo
    sogno vedo

    teatro pieno
    con te assiso
    con te assisto

    musicale spettacolo
    inglese corso
    maltese maestro

    non riuscivo
    distogliere sguardo
    dal tuo viso

    pensare non riuscivo
    parole non proferivo
    timidezza impedito

    alla fine ci salutammo
    ci separammo
    ci allontanammo

    non più ricordo
    quell’attimo
    ormai svanito

    ogni minuto
    a te ripenso
    mio dolce loto.

  • 04 marzo 2013 alle ore 8:35
    Amore

    Porterò nel mio cuore
    le tue parole sempre
    te ricordare
    te ripensare
    la vita con te affrontare
    con te passare

    liete ore
    dolce pallore
    rosse gote
    sonore risate
    note risonate

    belle attese
    magnifiche serate
    con te passate
    con te ripetute
    con te fatte
    con te trascorse

    solo il ricordo di te
    non cancella di te
    ogni mia memoria
    i luoghi ancora intriso di te
    gli attimi in presenza di te
    tutto mi sovviene di te

  • 21 febbraio 2013 alle ore 21:05
    Festa

    D’inverno una sera
    stanza piena
    di persone folla
    in discoteca

    tra tavoli
    di gente assiepati
    compari
    avanzi

    i tuoi passi
    d’amor guidati
    cuori innamorati
    cuori infranti

    ti arresti
    ti avvicini
    baci reciproci
    baci scambiati

    mi saluti
    mi abbracci
    corpi vicini
    sempre più vicini

    ora senza parole
    sorridente
    gaiamente
    gioia traspare.

  • 14 febbraio 2013 alle ore 12:42
    In sogno

    Un battito di palpebre
    appaiono sempre
    remote orme
    mai passate
    or tornate
    or desiderate

    mi trovo nella tua piccola casa
    guardo una tua fotografia
    seduto al tavolo inizia
    racconto tua giornata
    trascorre serata
    di andare ora

    vorrei rimanere ancora
    non abbandonarti ora
    una volta ancora
    forse l’ultima
    non volare via speranza
    di vederti ancora

    quasi mezzanotte
    passata notte
    altre volte
    dovrò rinviare
    tristemente rinunciare
    tua via non fare

    pensiero insiste
    ricordo persiste
    parola incide
    memoria invade
    tempo sparisce
    tormento solo me ferisce.

  • 08 febbraio 2013 alle ore 10:58
    Sentimento

    La prima volta che volgesti
    verso di me gli occhi tuoi
    nel mio cuore pervaso fui
    da rare sensazioni
    straordinarie emozioni

    eran gli amori
    assopiti destati
    eran i toni
    spenti accesi
    perduti recuperati

    eran i rumori
    sommessi dolci
    eran le note fragili
    nascoste sonanti
    misteriose ritmanti

    eran i raggi
    vecchi nuovi
    eran i fili
    corti allungati
    dimenticati arrotolati

    eran i sussurri
    vetusti antichi
    eran i baci
    inaspettati resi
    dati restituiti

    come vorrei
    tornare ai tempi
    rivivere i giorni
    rivederti
    riabbracciarti.

  • 04 febbraio 2013 alle ore 8:12
    Sguardo

    Quando fissai i tuoi occhi
    di lacrime bagnati
    per gioiose emozioni
    anch’io mi commossi

    la felicità di rivedersi
    di riabbracciarsi
    di rincontrarsi
    di parlarsi

    dopo tanti attimi
    lontani passati
    ora vicini
    lieti istanti

    dopo tanti mesi
    immense solitudini
    senza le tue parole dolci
    senza potere vederci

    adesso per pochi momenti
    possiamo insieme unirci
    possiamo insieme accostarci
    appassionati cuori.

  • 29 gennaio 2013 alle ore 12:39
    Con te

    I pochi momenti
    insieme passati
    allegri o tristi
    belli o brutti

    il sentirti era  emozione
    il desiderarti era soddisfazione
    il parlarti era  conforto
    il pensarti era allegria

    il vederti era vita
    l’aspettarti era contentezza
    il salutarti era  ricchezza
    il baciarti era  dolcezza

    l’esister tuo era tranquillità
    il viver tuo era speranza
    il gioir tuo era esaltazione
    il rider tuo era consolazione

    ricordo sovviene
    memoria permane
    sempre viene
    sempre fugge.

  • 22 gennaio 2013 alle ore 13:45
    Lontananza

    Tra tristi scritti
    in attesa di rivederti
    lontano eri
    cuori vicini
    pensieri concordi
    desideri medesimi

    il mare ci divideva
    la vita ci avvicinava
    l’esistenza ci avvinghiava
    entrambi incatenava
    io e te insieme prendeva
    io e te insieme via portava

    il pensare ci univa
    lo scrivere ci abbracciava
    il vivere ci legava
    il sentire ci accomunava
    la tristezza ci dominava

    ora passava
    mese andava
    stagione volava
    di nuovo ci s’incontrava
    e poi lontano si stava
    per altri mesi durava

    pochi momenti
    pochi istanti
    ricordi tanti
    intensamente vissuti
    ormai sepolti
    in terreni abbandonati

  • 19 gennaio 2013 alle ore 11:57
    Un giorno indimenticabile

    Era una sera invernale
    forse febbraio
    in una pausa musicale
    fui presentato
    a te

    da allora la mia mente
    ritorna a quel momento
    tanto felice
    mitico e fantastico
    per me

    inizio casuale
    incancellabile ricordo
    amicizia leale
    sincero pensiero
    sincero cuore

    io senza parole
    tuo intuito
    simpatia gioviale
    libero spirito
    libere anime

    sorriso iniziale
    incontrollato desiderio
    allegria infantile
    basso tono
    bassa voce

    continuo andare
    a quel preciso
    breve istante
    eterno cammino
    eterne scene

    ora solo il tuo nome
    echeggia attimo
    breve immagine
    chiaro disegno
    chiara luce.

  • 11 gennaio 2013 alle ore 12:24
    Seguirei

    Seguirei il tuo leggero passo
    la tua orma coprendo
    sulla sabbia o sul suolo
    terra globo

    seguirei da vicino
    fianco a fianco
    poco lontano
    tuo piede lento

    seguirei subito
    senza restare dietro
    affiancando
    tuo piede affaticato

    seguirei senza indugio
    senza stare fermo
    non perdendo
    il procedere tuo

    seguirei facendo sforzo
    senza rimanere indietro
    non me frenando
    andando diritto

    seguirei passo svelto
    senza piede fermato
    me dirigendo
    con te avanzando

    raccontarti potrò
    ogni mio segreto
    al tuo passo andando
    per la via sorridendo

  • 08 gennaio 2013 alle ore 9:27
    Vorrei

    Vorrei che una brillante corona
    adornasse la tua chioma
    come la notte ogni stella

    vorrei che la tua orbita
    brillasse di luce propria
    come Venere dea

    vorrei che il tenue rosa
    colorasse la tua bocca
    come madre Natura ogni faccia

    vorrei che le mie braccia
    abbracciassero la tua vita
    come madre l’amata figlia

    vorrei che la mia carezza
    si posasse sulla tua faccia
    come petali di rosa

    vorrei che la mia rima
    non fosse dimenticata
    subito come ora.

  • 28 dicembre 2012 alle ore 11:40
    Illusione

    Il sentore odo
    di un ricordo
    lontano
    più non so
    prenderlo
    riprenderlo

    c’era il tuo
    affannoso respiro
    vivo
    solo sfocato
    vederlo
    rivederlo

    c’era il tuo
    sonoro riso
    fermo
    solo opaco
    viverlo
    riviverlo

    c’era il tuo
    prezioso occhio
    vispo
    solo oscuro
    averlo
    riaverlo

    c’era il tuo
    roseo labbro
    serrato
    solo grigio
    pensarlo
    ripensarlo

    c’era il tuo
    piccolo naso
    abbozzato
    solo annebbiato
    dirlo
    ridirlo

    c’era il tuo
    minuto dito
    chiuso
    solo oscurato
    narrarlo
    rinarrarlo

    c’era il tuo
    smagrito profilo
    ritto
    solo opacizzato
    afferrarlo
    riafferrarlo

    c’era il tuo
    gaio aspetto
    incontrollato
    solo grigiastro
    cercarlo
    ricercarlo

    era solo sogno
    era visione solo
    ad occhio aperto
    solo puro pensiero
    abbandonato
    riabbandonato.

  • 20 dicembre 2012 alle ore 13:10
    Liberty

    Un giorno ti vidi
    con la tua chioma dorata
    su una leggera bicicletta
    guardare stile cancellata
    palazzo facciata

    disegni, foglie e fiori
    ammirasti divertita
    vedesti assorta
    cercasti emozionata
    osservasti rapita

    sì passando felici
    per la nostra città
    alzando la testa
    in suso retta
    volgiamo in terrazza

    inferiate decorate
    ferree battute
    belle forme
    artistiche
    intarsiate

    mentre arte ammiravo
    ero rapito
    ero distratto
    ti guardavo
    non parlavo

    passato il tempo
    non riuscivo
    non avevo coraggio
    dire non sapevo
    senza parole stavo

    tutto ad un tratto
    ricordo svanito
    frammentato
    dilatato
    ormai andato.

  • 18 dicembre 2012 alle ore 12:31
    Attesa

    La prima volta che ti vidi
    subito notai
    i tuoi tratti
    dolci e calmi

    i tuoi modi
    affettuosi
    i tuoi motti
    tranquilli

    i tuoi detti
    gentili
    i tuoi toni
    misurati

    i tuoi ragionamenti
    pacati
    i tuoi intendimenti
    seri e leali

    i tuoi atteggiamenti
    rispettosi
    i tuoi comportamenti
    solidali e altruisti

    subito mi rivedrai
    allor ti mostrerai
    con me converserai
    con me resterai.

  • 13 dicembre 2012 alle ore 9:00
    Seme

    Come nella notte stellata
    appare lunare ombra
    sì  rifulge la tua bellezza
    splendore in lontananza
    luce in allegrezza

    come iride
    nascosto tra nuvole
    sì brilli nell’aere
    arco di colore
    tra ultime gocce

    come cascata di fiume
    dalla cima di monte
    sì tuo riso sopravviene
    sulle labbra tue
    subito istante

    come piccola margherita
    da sottile corolla
    sì tua gota
    diviene rosea
    quasi perlacea

    rinasci a vita nuova
    fiore della mia giovinezza
    sii la solida colonna
    della secca pianta
    ormai arida e stanca.

  • 11 dicembre 2012 alle ore 13:13
    Passato

    Non potrò mai cancellare
    non ricordare
    non dimenticare
    rimembrare
    rammentare
    riannodare

    le passate immagini
    ricordi lontani
    memorie antiche
    rare impronte
    incerti fossili
    cancellate tracce

    del tuo passaggio
    del tuo forte animo
    del tuo carattere
    dell’ ormai trascorse sere
    come compagno
    ormai abbandonate

    mi prende nostalgia
    mi assale monotonia
    mi coglie turbamento
    mio animo in lamento
    sol la tua presenza
    lenirmi potrà.

  • 06 dicembre 2012 alle ore 11:34
    Bagliore

    Come montuoso lago
    specchia tuo viso
    come in dipinto
    disegno tuo profilo
    bello e aggraziato

    come in fantastico sogno
    appari subito
    come pensiero
    sei fissa nella mia mente
    al mio cuore legata

    come fiore tenero
    non ancora sbocciato
    come piccolo petalo
    infondi nel mio animo
    soave profumo

    sì magnifica ancora posso
    immaginarti solo per poco
    sì ombra all’occhio mio
    tempo ormai passato
    tua dolce voce lontano odo

  • 29 novembre 2012 alle ore 13:18
    Volto

    A me soltanto
    mostrasti il volto
    in pianto
    mesto e arrossato

    fu un attimo fugace
    un ricordo triste
    colorito riprende
    la tua effige

    ora sorridi
    gioia irradi
    come sol rai

    anche in me la tua allegria
    allontana via
    la mia malinconia.