username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giulia (luigia) Tatti

in archivio dal 29 dic 2005

06 ottobre 1950, S. Gavino M.le (ca)

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
Semplice, istintiva, con una buona dose di ingenuità.

27 novembre 2007

Lentamente

Lentamente
distolgo il mio sguardo dal tuo viso
e tutto diventa vago,
mentre la notte scende pesante e nera
nell' impietosa, silente quiete
colma di minaccia e sofferenza.
Pensieri sempre più confusi,
accavallati uno sull' altro,
in balia di ore vuote prive di contenuto,
si librano, come fumo denso e grigio che sale,
si allargano, si allontanano, volteggiano
e infine, oscillano fino a permearsi
tenacemente sulle mie membra e il cuore,
ed ecco, presentire
lo sprofondare da vertiginose altezze.
senza più volontà né resistenza.
Mi viene meno la vita,
e mentre ti allontani, si spegne
quell' accenno di riso squillante
non ancora e mai più nato,
come sotto un rovescio di grandine
che ha distrutto semina  e raccolto.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento