username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Nello Vittorio Maruca

in archivio dal 20 apr 2011

03 dicembre 1937, Falerna - Italia

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
L'umiltà è la mia forza.

22 aprile 2011 alle ore 14:39

Carabiniere

Ah! Se potessi essere non io
e al par di Dante mi facesse Iddio
dell'Esercito branca tant'onesta
con diligenza canterei le gesta.
Con mano lesta stilerei lo scritto
e di Te, Grande,narrerei l'editto.
Se, poi, di Giotto avessi ment'esperta
Tua storia pingerei con mano certa;

l'illustrerei su tela ricamata
come nessuna mai fu disegnata.
Al Dio che innalza e abbassa pregheria
onde nessun'altra mai l'ugliagleria.
Se del musico Verdi avessi l'estro
le lodi canterei da gran maestro:
Le canterei al suon di cornamusa
e in ciel l'innalzerei, storia diffusa.

Dolce all'orecchio il suono giungeria
quale d'Angeli cadenza melodia.
Povero sono, però, in mente e arte
perciò ogni velleità metto da parte;
il sangue forte pulsa nelle vene
sferzando nel cervello forti pene.
In minuetto mi muovo in queste righe
come formica nel trascinar le spighe.

M'accosto, con timore, tremolante
a narrare di Te, Uomo importante.
Degno di fede e di vetust'onore
il ben' altrui alberghi dentro al cuore,
da sempre per altrui la vita doni:
fedele più dei cani ai lor padroni.
Quella divisa nera a strisce rosse
vanta conquiste di molte riscosse:

La porti con l'onore del gran Fante
d'importante battaglia reduce zelante.
Volleti Emanuele primo di Sardegna
quale tutore d'ordine e di legge;
presente sempre dove il male affligge 
resti al tuo posto fino alla consegna:
Rivedo la battaglia di Pastrengo,
della Sforzesca e quella di Novara,

per questo dentro al cuore mio ti tengo
e la Figura Tua m'é dolce e cara.
In Aspromonte e sul silano monte
hai combattuto lotte da valente,
avverso i disonesti, per l'ostaggio,
reprimi, nel silenzio, il brigantaggio.
In Libia fosti a conquistar medaglie
lasciandoti alle spalle molte spoglie,

nella campagna fosti a Senafè
e combattesti in quel di Macallè.
Di sanngue hai inondato Podgora
e quel Tuo sacrificio vale ancora,
mostrandoTi al dovere servo ligio
rendi alla Nazione gran servigio.
Nei secoli fedele: questo il Tuo Motto,
fedele resti in tal mondo corrotto.

Lo fai per dedizione al Tuo dovere,
degno sei di stima CARABINIERE.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento