username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Nello Vittorio Maruca

in archivio dal 20 apr 2011

03 dicembre 1937, Falerna - Italia

segni particolari:
Nessuno

mi descrivo così:
L'umiltà è la mia forza.

24 luglio 2011 alle ore 14:21

Il Diavolo

Spirito cattivo, spirito maligno
ovunque volgi lo guardo il male alligna
angelo da mente al bene inversa
facitore d’ogni azion perversa.

Resti alla posta qual cacciatore a lepre
alletti col sorriso che il mal copre
nascosto dietro siepe della calle
colpisci a tradimento dietro le spalle.

Cacciato sei dal Luogo dolce e beato
perchè nel Paradiso malcostumato
avverso a divina legge, avverso a Dio
all’inferno buttato per pagare il fio.

Un filo di paglia usi per legaccio,
nessuno riesce a scioglierlo dal braccio 
ch’è più forte esso di grossa catena,
chi, ahime! l’incappa paga grossa pena.

Sempre ten stai attento:Resti in agguato,
nessuna pietà per il malcapitato:
Riesci a penetrare nell’uman cervello
e imponi, poi, ad esso grosso fardello.

Quel povero disperato, malcapitato
all’ultima stazione è arrivato
che quantunque prosegue nel cammino
mai più pace ha ma nero destino.

Trappola tendi ad uomo onesto
rendendolo depresso,schiavo e mesto.
Alla potenza di Dio fa egli  appello
alfin che mai più invadi il suo cervello.

Spera con timore e con fervore
che Dio invocato venga in suo favore;
spera che dal cuor toglie il macigno
che grosso hai deposto, perverso maligno.

La grazia invoca all’Onnipossente
che in vita gli è sempre presente.
ma si discosta un poco da Dio beato
perchè, da te, Maligno è ingannato.

Il Dio ch’è amore, potenza e bene
sollievo offre già alle sue pene.
Gli dice che per Lui non sei nessuno
e che soccorso porta a lui ed ognuno.

Questa la speme che lo regge in vita
perchè la pena che parea infinita
dileguasi man mano che Egli invoca
nella disgrazia sua che non è poca.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento