username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Darkel Rafi

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Darkel Rafi

  • 25 giugno alle ore 1:12
    Intimità

    Scoprivo lentamente
    Che l'intimità
    É uno squarcio dorato
    Che si apre nel buio dell' esistenza

    Un ombra imminente
    Tra due soli indolenti
    che scolpisce l'istante,
    e ne divora la luce

    Una complicità sonora
    Che penetra profondamente
    Poggiandosi su un luogo interno 
    Segreto ed irrequieto

    Un sogno fragile e potente
    Che esplode senza preavviso
    Trascinandoci giù a picco 
    tra le pieghe di una vita senza sapore

    Come il suolo che attrae corpi cadenti
    Come la marea che risale fin su verso la luna 
    È un profumo che non svanisce 
    Un gabbiano in volo sulla Senna

    L'intimità che abbiamo disegnato insieme.
    (sulle sue ali sporche)

  • 10 giugno alle ore 9:24
    AltraVita

    ok, sarò calmo
    ma in un'altra vita
    sbuffò il mare agitato 
    rivolgendosi
    alla sua stella
    agitato
    in un altro vita sarò
    un placido lago di montagna

  • 09 maggio alle ore 22:22
    Nuvola 310

    Ricordami come quelle nuvole
    che passano ora sulla nostra testa
    Spinte dal vento
    Senza sapere nemmeno il perché

    Dimenticami
    Come si dimenticano le nuvole
    Che dopo averci fatto ombra
    Per un po'
    Volano via

    Migrando come uccelli
    in autunno verso sud
    Senza conoscere la stagione del ritorno.

  • 26 aprile alle ore 9:12
    Fuga

    Ho accettato la fuga come unica soluzione
    Come aspra scommessa
    Come amara sorpresa
    Come mia bulimica ossessione

    Affacciarsi al parapetto della propria esistenza
    Facendo spingersi dal vento della consuetudine
    Nel baratro della quotidianità

    È una liturgia, se hai tempo di contemplarla
    La fuga.
    È un orizzonte surreale
    Che mi accompagna
    In clandestina solitudine

    Un passo più in là dei tuoi desideri
    La fuga
    In un'altra vita
    Se vuoi pensarla così.

     

  • 22 aprile alle ore 22:47
    O2

    Mi chiedevo come stessi
    Ti leggevo
    Esitavo
    Impazzivo
    Esistevo.
    per sottrazione
    Non ho mai smesso.
    di respirarti.

  • 18 aprile alle ore 23:29
    Luna Park

    Questa vita di montagne russe
    Su e giù all'infinito
    Lampi blu
    E riflessi d'argento
    Disegnano frattali
    sui nostri visi bianchi

    Lacrime e pensieri
    In continuo girovagare
    Incontrano ricordi
    E si perdono in desideri

    Sogno ancora un ultimo giro
    Su questa eterna giostra
    Prima che le luci si spengano
    Ed io scenda
    In silenzio dalla mia vettura
    Con un vago sorriso sul cuore
    Ed un sapore dolce nella mia bocca.

    C'è sole fuori?

  • 09 aprile alle ore 12:35
    Sottobosco

    Conosco
    Il tuo silenzio di sottofondo
    La foresta di pensieri
    La tua timidezza
    La spensierata leggerezza
    L' intimo abisso della tua insicurezza
    La tua violata infedeltà
    È un territorio in cui riuscirei a muovermi ancora
    Alla velocità delle stelle
    In eterna contemplazione
    Del tuo lento cuore fragile

  • 06 aprile alle ore 12:06
    NSLY

    Nei miei ricordi
    non c'è più passato o futuro
    è tutto in gentile sospensione
    tra il mai stato e il mai più
    dove tutto si confonde tra il ricordo ed il desiderio
    in un'unica nube sottile
    che fatico a tagliare
    mentre
    cammino
    e tu sei con me.

  • 21 marzo alle ore 17:45
    Il Vento di Marzo

    In questa primavera
    Il tempo del ritorno
    La gioia, i colori
    La vita, i sogni
    Tutto si é fermato
    Anche il vento
    Tra i tuoi capelli leggeri
    Tu che non vuoi andar via
    Da questo eterno inverno di guerra.

  • 19 marzo alle ore 15:51
    Zero

    Alle volte
    Non esisto
    Essere fuori
    Respirare
    Riparare
    Monete lisce
    Una voce esce
    Ritornare dentro
    Rimanere spento
    Contare i battiti sul sangue vero
    Non pulsare
    Volare,
    Verso lo zero.

  • 11 marzo alle ore 18:23
    LinkedIn(side)

    Del nostro furioso amore elettronico
    Resta solo uno zombie digitale
    Di caratteri e pixel
    Scorrere davanti ai nostri occhi
    In triste fila indiana
    Scendendo giù al passo delle proprie dita
    Fino a svanire

  • 07 febbraio alle ore 22:44
    M 11 marrone

    Mi collegavi alle stelle Ora Se mi giro Mi accorgo di Aver fatto tanta strada da solo. Chissà a quale fermata sei scesa senza dirmelo.

  • 03 febbraio alle ore 12:53
    Farfalle

    Mi sembrerà sempre surreale questo maledetto inverno.
    L'inverno imminente
    L'inverno crudele,
    Crudo e spietato
    L'inverno dell'addio.
    Vivrò ancora a lungo nella nostra estate
    Quella eterna e segreta
    frenetica e palpitante
    L'estate che ci ha visto camminare leggeri
    sotto un sole inconsapevole
    In volo come farfalle
    che vivono una stagione breve
    ma che insieme
    in volo
    vedono più vita di qualsiasi altro essere.

  • 01 febbraio alle ore 8:06
    Dalla finestra

    Mi hai sentito stanotte?
    Fuori dalla finestra tua
    Come vento che ti accarezzava gli occhi stanchi
    ero nuvole e polvere di stelle
    ero luce riflessa nelle pozzanghere
    ero odore di piscio che viene dai marciapiedi
    ero sollievo che d'improvviso ti bacia la testa
    ero rumore dei cocci di bottiglia sotto il tacco di una puttana
    ero grida dei vicini che litigano
    ero quel tango elettronico che suona fra i tetti più in la...

    ed ero persino
    nella voce che da dietro ti urlava di chiudere la finestra.

    Ero lì
    In tutto
    Ero lì per te.
     

  • 31 gennaio alle ore 13:57
    Route

    Volevo perderti
    Fra le dite delle mani
    Sul sorriso di un bambino
    Volevo perderti In un pezzo di Battiato
    Nel silenzio della stratosfera
    Volevo perderti
    Tra gli sguardi della gente
    Sull'odore della mia pelle
    Volevo perderti In un sorso di vodka
    che scivola dritto al cuore
    Volevo perderti.

    Ma poi
    nella parola amore Mi sono perso.
    Io

  • 22 gennaio alle ore 0:48
    Leggerezza

    Continuavo a Léggerti,
    Leggerezza
    Quanto mi sei mancata
    Eppure prima ti avevo dentro
    Camminavi Leggera
    Leggerezza mia.

  • 12 gennaio alle ore 15:16
    Il tuo nome

    Se posso
    Parlo di te
    Almeno una volta al giorno
    È per un secondo solo
    Alle volte una frazione di attimo

    Ma qualsiasi pretesto
    Anche il più banale
    È un gancio dal cielo
    A cui aggrapparmi
    Per volare di nuovo
    Dolcemente
    Sul tuo nome.

    Lo faccio in silenzio alle volte
    o con un sibilo di voce
    e mentre lo pronuncio
    Una sottile vibrazione
    una scintilla
    sale su nelle mie vene
    Prendendo possesso della mia anima

    Che importa il motivo
    o il debole pretesto
    Lo faccio per ricordarlo ancora
    Lo faccio solo per sentirti
    Un attimo
    Ancora con me.

  • 24 novembre 2021 alle ore 0:08
    Universe

    Quello che ho trovato in te
    Non lo troverei da nessuna parte nell'universo.
    Potrei oltrepassare qualsiasi galassia
    Dentro e fuori la mia mente
    Trascinando il mio mondo
    In un vortice ostinato
    Una partita destinata ad infiniti supplementari
    Un'eterna ricerca di un'altra te
    è senza speranza
    Perché il mio universo
    Sei tu.

  • 10 novembre 2021 alle ore 12:01
    Foglie

    Conto le foglie
    Cento o mille le foglie 
    Quelle rosse
    Quelle gialle
    Quelle secche
    Quelle a terra
    Cadute casualmente
    Le poggio una ad una sul mio viso
    Con cura
    Fino a nascondere 
    La mia vergogna
    Seppellita sotto una coltre 
    Che copra 
    finanche il mio ultimo sorriso.

  • 10 novembre 2021 alle ore 11:59
    Occhi grigi

    Nei tuoi occhi ho visto
    Dapprima
    La vita
    La paura
    La dolcezza
    La fragilità
    La bellezza
    L' amore
    Poi 
    Nella più.
    Si è tutto perso fra le crepe del tempo
    E del tuo armato dolore.

  • 10 novembre 2021 alle ore 11:56
    Galatina

    Il tuo bacio è come una galatina
    Dolce
    Intenso
    Permanente

    Resta attaccato ai miei denti
    Dopo, ancora a lungo

    E per quanto provi a sciacquarmi la bocca
    Mi resta il sapore del tempo trascorso
    In beata sospensione
    Senza ritorno.

  • 02 novembre 2021 alle ore 0:21
    Glacèe

    Il gelato mai mangiato
    Ha un gusto prelibato
    (Immagino)
     
    Non vaniglia e cioccolato
    Ma limone meringato

    É un rimedio esagerato
    Per il cuore malandato

    Porta poi la mente altrove
    Quando qui sul cuore piove

    Ma è un rimedio escogitato
    Il gelato mai assaggiato

    Si vende in un negozio un po' nascosto
    Che si dice sia un bel posto

    Da visitare in gran segreto
    Nella pausa di consueto

    L'ho visto solo in vetrina
    È un abbraccio alla morfina

    Un pensiero mal fissato
    Come un sogno non sognato

    Sa di biscotto al cioccolato
    Il ricordo che ho scordato

    Il gelato mai provato.
    Quello che (tu) mi hai regalato.

    Poi l'ho mangiato.

  • 01 novembre 2021 alle ore 1:22
    Viaggiatore della notte

    Posso
    Guardare nel labirinto dei miei pensieri
    Attraversare le insenature della vita
    Restare sveglio tutta la notte
    Respirare questo vento incazzato di novembre
    Arrendermi alla natura delle cose
    Gridare al mondo le mie paure di domani
    Restare fermo in attesa della pioggia
    Morire davanti ad un sogno freddo

    Posso ripetere tutto.
    Fino al prossimo passaggio.

    Come un viaggiatore della notte

  • 30 ottobre 2021 alle ore 1:24
    Elettronica

    Questa strana elettronica
    Che unisce punti a noi singolarmente incomprensibili
    Disegnando 
    Sconfinate autostrade di pensieri 
    tra le nostre menti
    Distanti.

    Una nube Tossica
    Uno sciame cosmico
    Una piogga galattica

    E noi ci siamo dentro.

  • 30 ottobre 2021 alle ore 1:17
    I tuoi occhi

    I tuoi occhi 
    Li ho stampati in faccia
    Sono una estensione del mio viso 
    Sotto le mie guance

    Mi guardano come due pietre di smeraldo
    Bucando la mia mente
    Esplodendo fra le mie dita
    Come una galassia concentrata nella distanza dei miei respiri

    Scendono dentro di me
    Come acqua cristallina
    Riflettendo sulla superfici dei sogni
    Le curve dei tuoi pensieri piú cupi

    I tuoi occhi sono frammenti di mondi nascosti
    Solo chi li ha visti da dentro
    Ne può dominare l'infinita tempesta
    E perdersi nel loro tempo inquieto.

    I tuoi occhi descrivono ció che non racconti a nessuno
    Trattengono i disegni oscuri dei tuoi segreti
    Ma svelano il sorriso della bambina che sei
    quella che tengo per mano

    (appiccicose di zucchero filato)