username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

23 giugno alle ore 21:53

Avevo muscoli

Avevo muscoli
fatti di rami
e radici

E avevo parole
per quel che
taci

Danzavo
amministrando
stili

Con la grazia del cigno
in un vorticoso andare

Col grande pregio
castello e
poi regno
del più grande spregio

Nel dileguo costante
dell'allegro andante

Ho recato doni
a statue
in perenne
afasia

Equivocando
la materia
Confondendo
la magia

Avevo muscoli
fatti di fibre
e atlantiche stanchezze

Tenendo i fili
dell'azzardo del destino
che sposta il cielo

Dipingendolo più vicino

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento