username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

07 maggio alle ore 21:19

Le farfalle bevono lacrime di tartaruga

Le farfalle bevono lacrime di tartaruga
per rifornirsi di sodio

E nell'altro universo
l'uomo che guarda
ostile
l'altro uomo
E' egli stesso
guardato
dal cosmo

Considerato
nanometrico
Il nulla
assoluto

E nel giogo
delle parti

Una via
viene chiamata
di mezzo

Quel diamante
trasceso

In una goccia
che si fa
aria
E poi acqua

A quell'uomo
che guarda
egli stesso
è guardato

Dall'anima
che resta eterna.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento