username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

20 giugno 2014 alle ore 12:04

Sinfonie per Cortazàr

Che differenze è la differenza dei mondi tra me e voi 
Il confine labile dei tunnel vibrazionali d'un io conchiuso e l'universo
unito dall'umano essere. Essere noi nel tutto

Le sequenze i sincopati ritmi del jazz e le bave del diavolo
dello sconosciuto ragazzo dileguato 
smembrato e ricostruito dall'occhio reporter 
Mangia della realtà i frammenti e piange solo ricostruendo quel puzzle scomposto
del pomeriggio a Manhattan

Non è solo
non siamo soli
partecipiamo ovunque
allo spettacolo del mondo

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento