username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

08 gennaio alle ore 13:50

Come foresta

Il racconto

Come foresta di spiriti, vento t'insinui in danze acrobatiche.
Come in cruna di ago, anima t'espandi a musica delle sfere.

Cammina vagabonda su invisibili fili del fato. 
Ho pagato il debito karmico di essere al di fuori.
Ho amato corpo urlante pensieri del passato.

Come foresta di spiriti fluisco nei monopodiali rami
del mondo capovolto
Restituisco il dolore
Restituisco il patto
Restituisco me stessa alla vita
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento