username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gaudino

in archivio dal 23 nov 2018

04 aprile 1964, Salemi - Italia

segni particolari:
Mi chiedono come si impara l'amore,
rispondo con una sola parola:
dal Dolore…
 

mi descrivo così:
Le mie poesie d'amore sono difficili da respirare, proprio perché vissute e sofferte in prima persona, ma il poeta trae dal suo dolore l'energia vitale per rinascere e per giungere, più maturo, alla propria serenità interiore.    

27 dicembre 2020 alle ore 18:02

Absinthium

 
Lungo la strada del respiro inciampo
su un sorriso,
cado e nel cielo si apre uno squarcio …
Chiassosi coriandoli d’abbracci,
si buttano a capofitto,
afferrano ogni paura e liberano dalla prigione
l’ultimo assenzio.
 
La fata verde è rinata,
questa volta la voglio bere,
maledetto devo rimanere…
Poesia sei la mia vita,
da una notte a un’altra notte mi trascini,
lotte tra follie e brividi d’amore,
scrivi nel mio petto con le unghie.
 
Il bacio rubato con l’amore di un poeta un po' bugiardo,
è il sapore di un nuovo mattino.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento