username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Giuseppe Gaudino

in archivio dal 23 nov 2018

04 aprile 1964, Salemi - Italia

segni particolari:
Mi chiedono come si impara l'amore,
rispondo con una sola parola:
dal Dolore…
 

mi descrivo così:
Le mie poesie d'amore sono difficili da respirare, proprio perché vissute e sofferte in prima persona, ma il poeta trae dal suo dolore l'energia vitale per rinascere e per giungere, più maturo, alla propria serenità interiore.    

23 aprile alle ore 14:34

E poi

Una luce rossastra illumina l’orizzonte,
i sogni pescati dentro gli orli dei nostri cuori,
cuciono idilli sopra la nostra pelle…
Il sole riaffiora e io mi accendo di te.
 
La fragranza del tuo intimo inonda il mio respiro,
penetra e si espande allagando i miei desideri.
 
l’unica soluzione è lasciarti andare,
rinascere mille volte dentro istanti prepotenti,
affondata dolcemente dentro la mia passione,
vibri sussurrando di aggrapparmi alla tua anima.
 
E poi il nulla…
 
Resto intrappolato dentro un tumulto
che ha solo una via,
morire dentro te per tu rivivere me…
Insinuatomi al tuo centro trovo i battiti di vita.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento