username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefano Colli

in archivio dal 04 gen 2010

11 ottobre 1970, Grosseto

mi descrivo così:
Sono una persona riservata ma aperta a nuove conoscenze. Amo la poesia, detesto la superficialità e il menefreghismo imperante del mondo odierno. Vorrei condividere i miei interessi e i miei valori con persone degne e vive... dentro.

14 agosto 2012 alle ore 21:22

Gli occhi della notte

Gli occhi della notte

Le parole scrutano gli occhi della notte
e fanno rumore quando sfidano la luna
che sbircia discreta i nostri sogni.
Ignara è la sorte
che solo alcune approderanno alla meta
a comporre lo spartito della gioia
o la grammatica dell’estrema perdizione.
Le altre
abortite nell’oblio dell’origine
sosteranno sulla soglia dell’attesa
per ricevere il bacio della notte
finché usciranno da quel limbo
labile confine con la morte
per esser convocate dai poeti
all’appello di una nuova epifania.
Perché immensa è la pietà dell’aurora
dinnanzi all’eterno domandare.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento