username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Lisi

in archivio dal 11 lug 2006

02 dicembre 1986, Gaeta (LT)

segni particolari:
Tanta fame

mi descrivo così:
A pranzo

12 luglio 2006

L'Anarchico

Brucia i miei occhi

e ricordami.

 

Io sono il virus

del dincanto cosciente

e dell'azione.

Io sono la crepa

nel muro d'odio

e ipocrisia.

Io sono il combustibile

da cui nasce

l'inendio di

Speranza.

Io sono l'Idea

che non muore

e vincerà.

 

Mistifica la mia voce

e ingannami.

 

Io sono il suicidio

dell'indifferenza

e dell'egoismo.

Io sono la rabbia

della verità

soppressa e umiliata.

Io sono il sorriso

dell'uguaglianza

senza compromessi.

Io sono la lotta

a oltranza

per la libertà.

 

Massacra il mio cuore

e osservami:

 

Uomo del potere

iroso magistrato

codardo proprietario

ignobile chierico,

le vostre armi

e i vostri eserciti

non basteranno

a frenare

la disperazione

di chi

proviene dal basso

e innalza

a tutto il mondo,

senza confini,

il suo canto

di vita.

 

E finchè

lo schifo

di questo sistema

non finirà

il mio grido

di Rivolta

non morirà.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento