username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Lisi

in archivio dal 11 lug 2006

02 dicembre 1986, Gaeta (LT)

segni particolari:
Tanta fame

mi descrivo così:
A pranzo

11 luglio 2006

Oblio parallelo

Violato il silenzio

 

non c'è nessuno...

 

Il mio

destino incombente,

(questo

delirio assordante).

 

Nuovo dolore-

nuova passione-

senza via d'uscita

verso l'autodistruzione.

 

Nell'aridità del presente

si insinua

il pensiero della morte

tra dolenti ricordi,

oscuri timori...

 

l'inesorabile

trascorrere del tempo

verso la muta riva

dell'oblio

e del nulla

 

è vuota,

ambita

perdizione.

 

Testo tratto dalla raccolta "Le urla"

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento