username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Aurelio Zucchi

in archivio dal 08 gen 2019

07 febbraio 1951, Reggio Calabria - Italia

segni particolari:
Amo definirmi uno "scrivente".
Priorità assoluta è il mare, poi viene tutto il resto.

22 aprile alle ore 11:51

SMANIE

 
Smanie di rivoltare il mondo,
di aggrapparsi a spigoli di luna,
di essere dei belli il più bello
mandando a quel paese la sciagura.
 
Voglie, di bagno in cioccolato caldo,
al fianco dame ricoperte di velluto,
il seno che appena appena sporge
al suono antico d’inatteso cembalo.
 
Brame di conquistar le terre linde,
di agguantare in un sol colpo il mare,
rinchiuderlo nel prepotente pugno
ed aspettar che ridistenda l’acque.
 
Sarà, la vita, un nuovo tipo d’aquilone?
Di qua e di là non obbedisce al vento,
di brezze a volte reinventa il senso
e va, sconsiderata va, ad evitare morte.
 
 
*
Anno di stesura 2007
Poesia pubblicata sul Mensile di Cultura Il Saggio (12/2009)
Premio Genesys alla Cultura XIII Concorso di Poesia Il Saggio-Città di Eboli

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento