username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Elisabetta Pedata Grassia

in archivio dal 08 mar 2010

05 marzo 1988, Napoli

segni particolari:
Un'acrobata senza rete di sicurezza. 

mi descrivo così:
" (...) Magari fossi una candela in mezzo al buio." M.D.

31 maggio 2013 alle ore 15:04

Non è per voi il canto

Non è per dolore
ch'io canto
né per il vociare
di quei corvi
un tempo
travestiti da 
allodole

Non per voi 
e per il perdono
di tempi passati

E' per questo
grande amore
che libera
mi espande
tra questi due mondi

Non il ricordo
del disinteressato
affetto
dato
Che in cambio
come boomerang
mi reca indifferenza

Non è per voi
ormai fantasmi 
del mio cuore
ch'io canto

L'acqua del ruscello
è più limpida
senza i vostri
altalenanti passaggi
di comodo

E il sapervi lontani
come quadri
di cattedrali
fa le mie ali
tese

Non vi devo
che 
una scrollata di spalle
E la gratitudine
di non competere
mai più
Con le
maschere sciolte
dell'ego 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento