username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raimondo Gambino

in archivio dal 27 giu 2013

14 marzo 1957, Palermo - Italia

mi descrivo così:
Essere uno con il tutto per ritrovare il tutto in ognuno.

27 giugno 2013 alle ore 17:00

canto

Canto le vaste fondità dell'etere
l'atomico pulviscolo aggregante
canto le terre nate dai marosi
dell'infinito oceano silente
l'ore primeve e il moto ininterrotto

l'anelito del mondo inappagato
nell'inseguire il ritmo del tempo
materia partoriente i semi astrali
canto le stelle esplose per amore
la notte senza fine che ci accoglie

canto il dolore delle umane doglie
canto la forza che urge in ogni stelo
la stessa che promuove la tensione
spingendo inerti atomi all'incontro
la musica inesausta
la visione

canto quel che compare
dell'immutato nulla in sospensione
canto la sorte la natura interna
canto la vita
e canto anche la morte.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento